Lettera inviata al Sindaco di Capri e ai Consiglieri Comunali il 19 aprile per il Consiglio Comunale di venerdì 21 aprile 2017 tramite pec:

Egregio Signor Sindaco, Gentili Consiglieri Comunali,

nonostante la nostra Associazione abbia lanciato più volte appelli per evitare una sorta di “privatizzazione” della via Krupp, l’amministrazione comunale persevera, incurante delle promesse fatte, nel voler far gestire il percorso della via Krupp attraverso una bigliettazione degli ingressi.

Nonostante che l’Amministrazione di Capri abbia formato una Commissione Comunale, costituita solo da Associazione imprenditoriali – senza invitare la Legambiente – dalla quale comunque sono emerse voci critiche e proposte per una soluzione meno vincolata ad una proposta di project financing volta alla gestione dell’apertura in sicurezza della strada, l’Amministrazione Comunale sposa il progetto della Gheller srl, ignorando pervicacemente soluzioni alternative che prevedono l’utilizzo di fondi comunali e/o sovracomunali (Comunità Europea, Stato, Regione) ed utilizzando risorse per la manutenzione ordinaria dell’intero percorso reperibili con la tassa di sbarco e dagli utili del Porto Turistico, secondo un piano di manutenzione già esistente per il quale questa amministrazione non hai mai più impegnato, da alcuni anni, nel bilancio comunale le risorse economiche.
Questa assenza di impegno finanziario, che si configura come una vera e propria omissione, ha portato a sprecare soldi per consulenze che non hanno portato a soluzioni tecniche ma soprattutto sono state ignorate, lasciando completamente in mano alla Gheller srl la soluzione tecnica ed economica di una scelta assolutamente non condivisibile.

Quali interessi si nascondono dietro a tale operazione?
Quali obiettivi imprenditoriali si palesano all’orizzonte, dopo che va in porto il project financing della Gheller srl? Forse una privatizzazione della costa con stabilimenti balneari, pontili, percorsi e scenari per sfilate di moda?

Legambiente denuncia l’azione politica di questa amministrazione che ancora una volta su temi di così rilevante impatto trascura di coinvolgere il mondo associativo e la comunità, prima ancora di portare l’argomento in consiglio comunale: infatti, come promesso in un incontro non istituzionale tra il Consigliere delegato Antonino Esposito e la Legambiente, dal quale si attendeva un confronto più formale per sentire le proposte della nostra Associazione, incontro che non si è mai tenuto, l’Amministrazione ha ignorato qualsiasi dialogo.
Eppure in quel incontro i tre scenari presentati dal Consigliere Esposito non prevedevano la bigliettazione della strada e quindi la sua “privatizzazione”.

Come già annunciato alcuni mesi fa noi ribadiamo il nostro No alla “privatizzazione” di via Krupp: quel tratto della costa che ha in sé la straordinaria opera dell’uomo, a nostro avviso deve essere ritenuta bene dell’umanità ed annoverata tra i siti tutelati internazionalmente dall’UNESCO. Siamo fermamente convinti che questo bene che fa parte del patrimonio italiano, europeo e mondiale debba rimanere un bene pubblico ed aperto a tutti, fruibile dall’intera collettività, così come volle l’ideatore Alfred Krupp.

Per confermare il nostro impegno, Legambiente perseguirà tutte le strade possibili per fermare questa scellerata scelta amministrativa.

Prima di dare soluzioni e indirizzi, invitiamo il Consiglio Comunale – in autotutela – a soprassedere su tale decisione, invitando invece nel contempo a riaprire il tavolo istituzionale, coinvolgendo non solo tutte le associazioni produttive ma anche ambientali e culturali per trovare un percorso nell’interesse di salvaguardare un bene e la sua fruizione gratuita.

Legambiente
Isola di Capri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(Inviando un commento dichiari di accettare la nostra Privacy policy)