L’Area Marina Protetta Isola di Capri si avvicina! Dopo le promesse del Ministro dell’Ambinte On. Costa, dopo molte iniziative messe in campo per tenere la questione accesa è mai sopita, dopo una condivisione sul territorio isolano con tutte le forze sociali ed economiche, dopo il lavoro insieme anche grazie al Tavolo del Mare di Capri (partenariato di associazioni per il mare), dopo tutto ciò si stringono le azioni per poter vedere la nascita attraverso un decreto legge dello Stato, del nostro strumento regolatore del Mare.
IMG_0447Unica strada a nostra disposizione per velocizzare i tempi è la legge finanziaria dello Stato che in queste settimane è alla votazione del Parlamento della Repubblica. Lo hanno dimostrato egregiamente il Sindaco del Comune di Capri, Marino Lembo, e l’Assessore al ramo del Comune di Capri, Paola Mazzina, la quale con spirito di sacrificio ed umiltà ha ascoltato suggerimenti, anche della nostra Associazione, ed ha dedicato tempo ed energie per perorare la causa di Capri attivando un emendamento alla legge finanziaria proprio per la nostra Istituzionalizzazione AMP Isola di Capri. Non si era mai arrivati a questo punto, purtroppo tanti gli anni persi tra meline ed insabbiamenti locali. Ora ce la possiamo fare. Tante le località che ambiscono a divenire Aree Protette, non facile politicamente essere in corsa e cercare di arrivare alla meta. Legambiente, attraverso i suoi dirigenti nazionali, si è attivata subito, sollecitandoci per i tempi stretti a noi locali e mettendo i contatti nazionali a nostra disposizione, tra cui Sottosegretari, segreterie particolari ministeriali e parlamentari. Tutto questo per strutturare attività di moral  suasion di una delle organizzazioni più autorevoli in questo campo che è la nostra Associazione.  Legambiente è e sarà sempre attiva per il bene della nostra Isola e strumento a disposizione per le persone di buona volontà che non mancano e che vogliamo siano sempre più numerosi così da poter camminare tutti insieme verso una migliore qualità per noi e per il nostro ambiente in cui viviamo. Ora dobbiamo incrociare le dita e tifare tutti insieme per l’Area Marina Protetta!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(Inviando un commento dichiari di accettare la nostra Privacy policy)